DSAEK
Copyright © John Smith, All Rights Reserved.

DSAEK o cheratoplastica endoteliale

Cosa è?

E' un nuovo procedimento di trapianto corneale parziale che permette di eliminare in maniera selettiva lo strato cellulare endoteliale malato e sostituirlo con uno sano, estratto da una cornea di un donatore.

In quali casi si esegue?

I pazienti con alterazioni dell'endotelio corneale rappresentano circa il 50% dei casi di trapianto di cornea. Questa tecnica permette di sostituire l'endotelio corneale, selezionando esclusivamente lo strato più interno della cornea, senza intervenire sugli strati intermedi.

Esami preoperatori

Esame oftalmologico completo con valutazione dello strato endoteliale.

Durante l'intervento

La chirurgia si esegue con anestesia locale di tipo peribulbare. Si esegue una microincisione (4 mm circa) attraverso la quale viene rimosso lo strato corneale interno (endotelio) che è danneggiato. Attraverso la stessa incisione viene inserito un un nuovo lembo endoteliale sano, prelevato da un donatore, e viene posizionato a contatto della cornea tramite una bolla di aria, che lo manterrà in posizione fino alla integrazione totale dello strato nuovo con la cornea (circa 4-5 giorni). La microincisione viene poi suturata con un punto.

Precauzioni

Le precauzioni non sono differenti a quelle di un intervento di cataratta e durano per la prima settimana dopo l'intervento. L'occhio andrà medicato con colliri per le prime settimane, e andrà associata anche una terapia cortisonica per bocca per evitare i rischi di rigetto. Il recupero è rapido, e il grado di vista che offre è molto superiore a quella ottenuta con il trapianto tradizionale.

Rischi

Presenta i rischi comuni alle altre chirurgie. Rispetto al trapianto tradizionale premette un recupero visivo più rapido, evita la aumentata fragilità dell'occhio in caso di trauma, non si presentano ne gli astigmatismi elevati ne la presenza di suture complesse come nei casi di trapianti perforanti.

Specifiche

PATOLOGIA
patologia endoteliale

ANESTESIA
locale con puntura

DURATA
30-45 minuti

NEL POSTOPERATORIO
riposo e bendaggio

CONTROLLI
1 giorno dopo l'intervento

TERAPIA
con colliri nelle settimane successive e con compresse

REINTERVENTO
in caso di insuccesso si può reintervenire

*terapia e controlli postoperatori possono variare su decisione del medico curante