Trabeculectomia
Copyright © John Smith, All Rights Reserved.

Trabeculectomia

Cosa è?

La trabeculectomia è la chirurgia drenante del glaucoma.


In quali casi si esegue?

E' indicata per ridurre la pressione intraoculare, quando il trattamento con farmaci ipotensivi non è sufficiente e la malattia peggiora.

Esami preoperatori

Esame oftalmologico completo.

Durante l'intervento

Consiste nel realizzare una via di uscita per l'umore acqueo dalla camera anteriore allo spazio sottocongiuntivale, creando una bozza di filtrazione protetta subcongiuntivale e con un meccanismo valvolare ricavato nello spessore della sclera.
L'intervento si esegue in anestesia locale con puntura peribulbare.

Precauzioni

E' indubbiamente un intervento molto complesso. Nei giorni successivi il paziente viene visitato con frequenza per misurare la pressione oculare. La terapia è in colliri. Spesso il trauma chirurgico comporta una riduzione brusca di produzione di umore acque da parte dell'occhio con conseguenti basse pressioni oculari, perciò viene consigliato di bare abbondanti quantità d'acqua al giorno per ristabilire la produzione di umore acqueo. Bisognerà applicare dei massaggi sul globo oculare 3 volte al giorno per un periodo di pochi minuti per mantenere in funzione il meccanismo valvolare creato con l'intervento ed impedirne la chiusura per cicatrizzazione.
Le suture verranno rimosse a 30 giorni.

Rischi

I rischi maggiori sono l'abbassamento brusco ed eccessivo della pressione oculare o l'insuccesso terapeutico dovuto alla cicatrizzazione dei tessuti manipolati durante l'intervento. In questo caso bisognerà reintervenire manipolando la bozza creata o creandone una nuova.

Specifiche

PATOLOGIA
glaucoma

ANESTESIA
locale con puntura

DURATA
30-45 minuti

NEL POSTOPERATORIO
riposo e massaggi

CONTROLLI
1 giorno dopo l'intervento

TERAPIA
con colliri

REINTERVENTO
si può reintervenire in caso di insuccesso

*terapia e controlli postoperatori possono variare su decisione del medico curante